Alla scoperta di Shenzhen

Post 3 of 80

Dopo una settimana di corsi tanto entusiasmante quanto intensa, inizia finalmente la nostra esplorazione di Shenzhen.

La mattina partiamo alla volta di un tipico market, curiosi di scoprire come funzionino realmente le tanto particolari botteghe cinesi. Sin da subito le regole ci appaiono chiare: mai soffermarsi più di un secondo se non si è realmente interessati! Sciami di venditori ci assalgono pronti a tutto pur di vendere qualcosa. La lotta sui prezzi fa invidia ai migliori banchi dei pegni. La quantità di negozi e di merce ci lascia senza fiato. Dai vestiti agli orologi, dai cellulari ai giocattoli, dagli oggetti in ceramica alle spezie. Moltissime sono le fedeli riproduzioni di prodotti delle più grandi marche, così fedeli da poter ingannare un occhio non attento. Questo è stato forse quello che ci ha spinti ad iniziare uno shopping frenetico, all’insegna di aste “folli”, pur di portare a casa qualcuno di quegli oggetti. Insomma, da ingegneri siamo passati ad essere esperti commercianti.

Per il pranzo ci dirigiamo verso il Grandma’s home, illusi forse di poter ritrovare una cucina più vicina a quella di casa, la preferita di tutti, quella della nonna! La realtà si rivela essere un’altra, siamo in un ristorante tipico cinese! Ma con il sorriso e con la voglia di scoprire nuovi sapori e piatti tradizionali ci gustiamo un ottimo pranzo.

La nostra giornata è tutt’altro che terminata. Pancia piena e zaini in spalla, partiamo infatti alla scoperta dello Splendid China, un fantastico ed incredibile parco tematico. Qui, su una superficie a dir poco gigantesca, vi è una riproduzione in scala ridotta di tutte le più importanti e belle mete della Cina. Finalmente dopo tanti palazzi e grattaceli possiamo respirare l’aria della grande China, dove la storia e la cultura cinese la fanno da padrone. Al maestoso ingresso veniamo accolti da un lungo dragone e dalle statue rappresentanti i simboli dello zodiaco cinese. Spinti dal poco tempo e dalla vastità delle bellezze da vedere, iniziamo un tour guidato intorno al parco a bordo di una navetta. L’immersione nella cultura cinese è totale, è possibile ammirare grandi opere quali la muraglia cinese, la città proibita ed il palazzo d’estate. I paesaggi riescono finalmente ad ispirare i più “social” di noi, che possono ora sbizzarrirsi in selfie che fanno ingelosire il resto del mondo. Il viaggio attraverso la “Small China” è accompagnato da un’atmosfera mistica. Il silenzio, il rumore dei ruscelli e delle cascate culminano infine nella pace totale del tempio induista.

Il gran finale di questa giornata viene coronato da un spettacolo tipico cinese. Vengono giù le luci e lo show ha inizio! Danze e musiche caratteristiche ci lasciano senza parole. Ballerine, ballerini, contorsionisti, acrobati e, persino pavoni e cavalli, sono i protagonisti di una rappresentazione fantastica. Il tutto accompagnato da coinvolgenti musiche  e melodie.

Questo articolo è stato scritto da francescocaruso

Menu